Albergo dei Poveri / Genova 1993/98

  • adp03
  • adp01

Fase I.

Le norme di sicurezza non hanno consentito per l’aula magna uno sfruttamento integrale dello spazio disponibile oltre alla richiesta di massima fedeltà al disegno storico; si è intervenuti con due elementi leggeri che definiscono un nuovo spazio dentro lo spazio preesistente: una grande “prua” rivolta verso l’ingresso divide il flusso del pubblico che raggiunge le sedute dai lati, e in opposizione, alle spalle della cattedra, un grande pannello/parete concavo e inclinato verso il pubblico a definire lo spazio delle sedute.

Le aule didattiche ricavate nelle corsie è risolto con un grande piano inclinato che virtualmente appartiene alla sezione del suolo e lascia leggere il disegno delle volte. Due linee di luce a soffitto e a pavimento smaterializzano il peso di questo piano che a sua volta diventa un grande soffitto inclinato con particolare qualità acustica.